EUSALP

EUSALP: la Macroregione Alpina nell’UE. Perché? Strategia, obiettivi e opportunità. Una sfida comune per gli Stati membri e le Regioni.
In questi giorni si ta parlando in Piemonte di Eusalp, una strategia UE per la regione alpina che si pone l’obiettivo di assicurare un’interazione di mutuo beneficio tra le Regioni di montagna al centro e le Regioni di pianura circostanti e le aree urbane, considerando le relazioni funzionali tra queste aree, valorizzando l’attrattività e la competitività, riducendo le differenze sociali e territoriali per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva. EUSALP promuove la regione alpina nella sua funzione di laboratorio UE per una governance efficace tra settori e su tutti i livelli.  La regione alpina è composta da territori con trend demografici, sociali ed economici diversi e un’ampia diversità culturale e linguistica. La strategia macroregionale alpina rappresenterebbe l’opportunità di incrementare la cooperazione transfrontaliera tra gli Stati alpini, individuare obiettivi comuni e implementarli in modo più efficace attraverso la collaborazione transnazionale. È necessaria una migliore cooperazione tra le Regioni e gli Stati affinché questa regione resti una delle aree più attrattive in Europa. Si tratta di un esempio unico di strategia avviata con un approccio dal basso verso l’alto dai cittadini e sostenuta dagli Stati e dalle Regioni.
L’argomento è affascinante per chi, come noi, vuole un’Europa delle Regioni. Allego della documentazione pertinente e il mio breve intervento in Consiglio Regionale di lunedi scorso, nel quale evidenzia la disimmetria fra le intenzioni delle autonomie locali e quelle del Governo, tese quest’utlime all’indebolimento economico e istituzionale delle comunità locali e delle Regioni.
Buona lettura!!!

Lascia un commento