RESPONSABILITA┬░ civile…

 

RESPONSABILITÀ CIVILE, VICEMINISTRO COSTA:

«VOTO
STORICO DOPO ANNI DI TENTATIVI VANI.

ORA
TEMPI RAPIDI ALLA CAMERA»

 

 

«Dopo
anni di attesa e di tentativi vani, finalmente un ramo del Parlamento ha
approvato la revisione della legge sulla responsabilità civile dei magistrati.
Un voto di portata storica, che segna un significativo passo avanti verso il
superamento dell’inefficace Legge Vassalli. In un quarto di secolo, le condanne
si contano sulle dita di una mano e i cittadini danneggiati rinunciano a chiedere
i risarcimenti, prevedendo di infrangersi contro il muro del filtro, proprio
quel filtro di ammissibilità che il testo approvato oggi opportunamente
cancella».

È
quanto afferma il Viceministro della Giustizia Enrico Costa.

«L’auspicio
ora – aggiunge Costa – è che il provvedimento passi rapidamente all’esame della
Camera e che questo ci consenta di adeguarci, nel rispetto dei tempi
prefissati, alle prescrizioni della Corte di Giustizia dell’Unione Europea».

«Ma
queste norme, necessarie e urgenti – puntualizza il Viceministro della
Giustizia -,  non vanno lette come un mero
allineamento formale a quanto chiede l’Europa. Il dibattito si è infatti esteso
ad un confronto, franco e proficuo, su altre criticità della disciplina attuale.
Fondamentale è stato, in questo senso, il contributo di tutti i Gruppi
parlamentari, anche quelli più critici sul provvedimento».

«Una
norma che – conclude Costa -, dopo la recente conversione del Decreto in
materia civile, rappresenta un’altra tappa della concretizzazione dei
provvedimenti approvati dal Consiglio dei Ministri del 29 agosto. Occorrerà ora
procedere speditamente verso la riforma del CSM, del suo sistema elettorale e
dei suoi meccanismi, che dovranno essere orientati a valutazioni di merito e
non a logiche correntizie».

 

Lascia un commento