ULTIME NOTIZIE DA ON. BONSIGNORE


NEWSLETTER n. 78

  7 settembre 2011


 La newsletter ufficiale dell’On. Vito Bonsignore, Vice Presidente del Gruppo PPE al Parlamento Europeo

Eventi, novità, curiosità, rassegna stampa e gli aggiornamenti sull’attività del Parlamento Europeo

EVENTI


8 settembre, Santena: inaugurazione mostra "L’unione..fa la Mostra – L’omaggio della maestria artigiana a Cavour"

9 settembre, Asti: inaugurazione "45esimo Salone Nazionale di Vini selezionati Douja D’Or"

10 settembre, Asti: premiazione vincitori del 39esimo concorso nazionale "Premio Douja D’Or"

9 settembre, Trecate
: "Presentazione Progett’Azione – Popolari Piemontesi e Festa dell’Italia", con la partecipazione dell’On. Vito Bonsignore, vicepresidente Gruppo Ppe, Gian Luca Vignale e Angelo Burzi, consiglieri Regione Piemonte

10 – 11 settembre, Beinasco: "Festa di fine estate", organizzata dall’associazione LiberaMente a Borgaretto

10 settembre, Poirino: inaugurazione nuova scuola materna in Strada Vecchia delle Poste 14

11 settembre, Carmagnola: "Festa del nonno"

11 settembre, Monteu Roero: 40a Mostra della Castagna

12-15 settembre, Strasburgo: seduta plenaria del Parlamento europeo

DALL’EUROPA


euroEurobond: una soluzione per la crisi europea?
In questa estate di tempeste finanziarie sui mercati internazionali e sugli stati europei in difficoltà a causa del debito pubblico, è ritornata d’attualità la proposta di istituire le obbligazioni europee, chiamate eurobond. Ma cosa sono gli eurobond?  Si tratta di obbligazioni del debito pubblico dei Paesi facenti parte dell’eurozona, emesse da un’ apposita agenzia dell’Unione Europea e garantite congiuntamente dagli stessi Paesi dell’eurozona. La garanzia su di esso di tutti e di ciascuno degli Stati membri ha un duplice significato, finanziario e politico. In termini finanziari i mercati sono messi di fronte non al solo (e debole) Stato debitore, ma a tutta l’eurozona e proprio per questo il livello di rischio che affrontano non è tale da esigere remunerazioni da capogiro. Gli interessi si abbassano e lo Stato debitore (perché rimane ovviamente ad esso l’onere del pagamento) non rischia di diventare insolvibile a causa degli interessi che si cumulano a suo carico
.

Troverai questo e altri contributi nello SPECIALE EUROBOND su http://www.vitobonsignore.net


trichetL’Ue è forte, parola di Trichet e Barroso

Il Presidente della Banca Centrale europea, Jean Claude Trichet, ha ribadito l’importanza di una governance economica europea forte. La crisi infatti sta dimostrando che la governance della zona euro è stata assolutamente essenziale e lo sarà sempre di più, tanto da immaginare l’Unione europea avviata verso un vero e proprio governo federale, intervenendo per esempio nel caso in cui un Paese non riuscisse a prendere le decisioni adeguate in termini di risanamento del bilancio. La crisi del debito sta colpendo l’Europa in modo "particolarmente duro" ed è necessario un accordo per un "sostanziale rafforzamento" del Patto di stabilità e di crescita europeo, implementando ulteriormente le decisioni assunte lo scorso luglio dai leader europei.

mutuiMutui, gli europarlamentari chiedono tutele per i consumatori

Il mercato Ue dei mutui – un business da circa 6000 miliardi di euro – dovrebbe avere determinati standard comuni a livello europeo per rafforzare la protezione dei consumatori e per servire meglio l’economia reale. Rispetto a una recente proposta della Commissione europea, i parlamentari sottolineano l’importanza di garantire informazioni più dettagliate ai cittadini, puntando in particolare a una maggiore flessibilità contrattuale. Nel rapporto si sottolinea ad esempio la necessità d’introdurre regole comuni in materia di rimborso anticipato del prestito. Gli eurodeputati mirano anche al rafforzamento della concorrenza. In media i cinque maggiori istituti di credito di ogni paese membro dell’Ue controllano infatti il 75% del mercato dei mutui. La discussione su questo tema continuerà nei prossimi mesi e dovrebbe arrivare all’esame della plenaria del Parlamento europeo all’inizio del 2012.


ENTI LOCALI E PDL


ediliziaBando regionale per edifici a "energia quasi zero"

La Giunta Regionale ha approvato i criteri e le modalità per la concessione di contributi in conto capitale, nella misura del 25% dei costi ammissibili, per la realizzazione di edifici “a energia quasi zero”, ossia edifici ad altissima prestazione energetica e che utilizzano energia prevalentemente da fonti rinnovabili.  Ai fini del raggiungimento degli obiettivi in materia energetica al 2020 (c.d. “20-20-20”), l’Europa ha attribuito una particolare importanza a tale tipologia di edifici, il cui standard sarà obbligatorio per tutte le nuove costruzioni a decorrere dal 2020, con un anticipo di tale obbligo a partire dal 31 dicembre 2018 per gli edifici di nuova costruzione di proprietà o occupati da enti pubblici. La realizzazione di edifici “a energia quasi zero” riveste, ad oggi, uno spiccato carattere dimostrativo, in ragione della maggior complessità progettuale e dei “sovraccosti” necessari per la loro realizzazione.



Ogni giorno su www.vitobonsignore.it trovi:

 
– la rassegna stampa su temi locali, con le iniziative Pdl in città e in regione
– aggiornamenti sull’attività delle istituzioni europee
– aggiornamenti sull’attività di Governo e del Pdl
 
VITO BONSIGNORE è anche su FACEBOOK

 
Se non intendi ricevere piů la newsletter, invia un messaggio a [email protected] mettendo in oggetto NO NEWSLETTER

ppeOn. Vito BONSIGNORE
Vice Presidente del Gruppo PPE al PE
 
Via Piffetti, 16
10143 Torino
Tel :  +39-(0)11 437 58 90                   
        +39 (0)11 437 54 53
Fax : +39 (0)11 437 58 11

Lascia un commento